Visori per Computer: le ultime novità dal mercato

Oculus Rift S è la nuova versione del Rift che integra importanti nuove funzioni

Dopo un lungo periodo di gestazione la tecnologia VR ha raggiunto un grado di sviluppo decisamente alto ma è opinione comune che i margini di crescita, qualitativa e di prestazioni, sia ancora molto alto e che il settore possa ancora continuare offrire delle sorprese tecnologiche rilevanti.

Secondo quanto si evince sul sito amicopc.com, il limite maggiore che questa tecnologia ha incontrato, nel corso di questi anni, è la diffusione capillare che è stata determinata da problematiche di distribuzione e dai prezzi, in alcuni casi elevati. PlayStation VR continua a rappresentare il punto di riferimento per i possessori di PS4 che, nonostante la presenza di titoli che supportano tale tecnologia si ancora contenuta, ha avuto un discreto successo ed il prezzo si è mantenuto pressappoco sullo stesso costo della console di SonyOculus Rift e HTC Vive sono le soluzioni PC più interessanti ed il loro prezzo, nonostante non sia ancora alla portata di tutti, si è decisamente ridimensionato attestandosi su valori più contenuti. Entrambe i visori hanno circa tre anni di vita, però, e il mercato tecnologico si evolve in maniera abbastanza rapida.

Oculus Rift S è la nuova versione del Rift che integra importanti nuove funzioni tra cui una risoluzione maggiore e la tecnologia inside-out tracking. Questa tecnologia permette al visore di utilizzare particolari algoritmi di computer per analizzare ed elaborare i dati senza la necessità di utilizzare sensori esterni come nel precedente modello. L’esperienza immersiva di Rift S rispecchia anche molte delle caratteristiche dell’esperienza Lenovo con la quale Oculus ha condiviso la fase di sviluppo del nuovo visore. Anche i controller sono stati ridisegnati in funzione dei nuovi sensori e presentano ora una maggiore precisione, capacità di movimento e versatilità.

A proposito di Lenovo, la multinazionale cinese ha appena lanciato il suo Think Reality A6 che vuole raggiungere non solo gli utenti in cerca di un’esperienza immersiva nella VR ma anche i professionisti di ogni settore che attraverso l’AR possono accedere a contenuti e soluzioni per migliorare la loro produttività. Il dispositivo offre anche la possibilità di gestire autonomamente applicazioni e software di supporto senza dipendere dal pc o dal cloud.

HTC Vive si evolve in Valve Index, un potente visore che opera sulla tecnologia SteamVR Tracking 2.0che consente una maggiore precisione nel tracciamento ma anche una maggiore efficienza energica dovuta ai consumi ridotti e contenuti. Una delle limitazioni di questo visore è la necessità di operare attraverso una connessione fisica al PC mentre i controller sono stati ridisegnati in una chiave più ergonomica ed integrano nuovi sistemi di tracciamenti maggiormente efficienti rispetto al modello precedente. Supporta la modalità pass-trough per le applicazioni di tipo Realtà Aumentata inviando al PC le immagini catturate dalle videocamere sul visore oltre che a supportare la tecnologia VirtualLink per il trasferimento dei dati.

Nel campo dei visori economici la concorrenza è decisamente alta e i prodotti sono innumerevoli ma, come è facilmente intuibile, la tecnologia alla base di questi visori è abbastanza limitata. Google Cardboard Pop è sicuramente uno dei più economici e funzionali. Costruito in cartone, non presenta particolari difficoltà per l’utilizzo mentre più complesso, sulla stessa fascia di prezzo, è Andoer VR che presenta una maggiore cura nei materiali di costruzione e nelle funzioni presenti.

Tra i visori di fascia media troviamo molti prodotti già consolidati e nuove uscite che in linea di massima rispettano gli stessi standard di costruzione e funzionalità presenti sui diversi apparecchi. Anche in questa fascia Google si inserisce a pieno titolo con il suo Daydream View VR che garantisce migliori prestazioni rispetto al modello base e una cura nei materiali decisamente visibile. Leggermente più contenuti nei prezzi Zeiss VR ONEBlitzWolf BW-VR3 e Shinecon 2.0. che offrono anche la possibilità di visualizzare film e video in 3D. Shinecon 2.0 è dotato anche di cuffie integrate nel dispositivo per aumentare l’esperienza immersiva. Samsung Gear VR 2 è invece il prodotto di Samsung che è stato pensato per funzionare al meglio con tutti i prodotti della casa coreana. Il controller esterno è dotato di un touchpad che permette di avere una risposta maggiore con un buon grado di precisione ed affidabilità.