Violenza nel carcere di S. Maria C. V. “Solidarietà agli agenti”

Lo ha dichiarato Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale dei Verdi

Immagine di repertorio

Santa Maria Capua Vetere – “La magistratura saprà far luce con oggettività e competenza in merito a quanto accaduto nelle scorse settimane nel carcere di Santa Maria Capua Vetere (nel Casertano).

Se qualcuno ha sbagliato è giusto che paghi con la massima severità ma avallare una campagna di delegittimazione del corpo di polizia penitenziaria con video, foto e audio senza provenienza e senza alcuna denuncia formale ci preoccupa parecchio.

Piena solidarietà quindi alla Polizia Penitenziaria che, ogni giorno, rischia la propria vita in carceri sovraffollati e dove, negli ultimi tempi, pare che la pretesa di autogestione sia diventata la normalità. Guai a far passare il messaggio che gli uomini dello Stato sono i cattivi e i criminali i buoni. Significa disintegrare i fondamenti della società e lasciare campo libero a ogni tipo di organizzazione criminale. Noi non dimentichiamo tutto quello che determinati detenuti hanno combinato in tutta Italia lo scorso marzo: intere strutture devastate, agenti feriti, danni enormi che saremo noi cittadini a dover pagare. E poi parlano di amnistia e indulto. Pensino a scontare le proprie pene, a pagare per quello che hanno fatto e a reinserirsi in modo corretto nella società: alla loro salute e alla loro tutela ci pensa lo Stato con le tasse dei cittadini onesti”.

Lo ha dichiarato Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale dei Verdi.