Vincenzo ucciso per gelosia il giorno dopo che Ciro era stato lasciato da Heven

AVERSA / PARETE – Sulla vicenda dell’omicidio di Vincenzo Ruggiero, emergono ulteriori dettagli riguardanti il movente di questo efferato delitto.

In base al racconto fatto da Mikolaj Krwczyk, conosciuta coma Heven Grimaldi, la trans ed ex fidanzata di Ciro Guarente, la persona accusata dell’omicidio, le motivazioni che hanno spinto l’assassino ad uccidere Vincenzo sarebbero la gelosia, dopo che era stato lasciato da Heven.

Ecco il racconto rilasciato all’arma dei carabinieri di Aversa da Heven Grimaldi:

“Il sei luglio ci lasciammo. Ciro lamentava il fatto che io e Vincenzo dormissimo nella stessa stanza da letto ogni notte. Così, il giorno prima della scomparsa di Vincenzo si concluse la mia storia sentimentale durata 7 anni con Ciro proprio perché in casa mia c’era un altro uomo, Vincenzo Ruggiero. Quando però qualche giorno dopo, nel sistemare i miei abiti nel cassettone, vidi sotto il letto della camera una scatola di proprietà di Vincenzo, in cui custodiva i suoi ricordi più cari gelosamente, con tutta la collezione dei cd di Laura Pausini, molto importante per lui, iniziai a dubitare di un allontanamento volontario e a sospettare di Ciro».

«Mancava una valigia gialla American Tourister e un’altra valigia di Vincenzo», racconta ai carabinieri.