Operaio morto schiacciato. Condannate 8 persone per omicidio colposo

Dopo 9 anni giungono le condanne per quel terribile incidente sul lavoro

CASTEL VOLTURNO – Un operaio morì schiacciato da un pilone mentre mangiava in pausa pranzo il 30 luglio 2009.

Per quella tragedia otto persone sono state condannate per omicidio colposo dal tribunale di Arezzo.

L’operaio in questione è Vincenzo Spiniello, 59enne di Castelvolturno il quale perse la vita nel cantiere per la costruzione di una nuova struttura fieristica ad Arezzo.

Il cedimento del pilone lo travolse in pieno e ne causò la morte. Tra le otto persone condannate, ad una pena di 1 anno e 4 mesi, ci sono, a vario titolo, l’ingegnere che dirigeva i lavori, il coordinatore per la sicurezza del cantiere, il capocantiere, il titolare dell’impresa che eseguiva i lavori, il titolare della ditta di carpenteria di cui era dipendente la vittima, i soci della ditta che in subappalto aveva eseguito lo scavo.

La sentenza è stata emessa dal giudice Fabio Lombardo, come da prassi i difensori annunciano ricorso in appello.