Villa dei Cedri a fine mese sospende le attività. 104 dipendenti in mobilità

LUSCIANO – Il Centro di Riabilitazione Villa dei Cedri di Lusciano ha comunicato alle organizzazione sindacali la sospensione delle attività riabilitative per circa 400 pazienti per esaurimento dei tetti di spesa, ponendo altresì in mobilità 104 operatori dalla fine del mese.

I rappresentanti hanno già chiesto un incontro alla Regione Campania per evitare la sospensione dell’erogazione dei L.E.A, richiesta a tutt’oggi inevasa.

Inoltre chiedono al Prefetto di Caserta, di essere convocata con urgenza la prevista procedura di raffreddamento e conciliazione ed evitare l’interruzione del servizio pubblico accreditato con la salvaguardia dei livelli occupazionali.

”Oltre la richiesta di procedura di raffreddamento – spiega per tutti Nicola Cristiani – viste le ripercussioni negative sia per quanto riguarda i L.E.A. che la salvaguardia dei livelli occupazionali, considerato che gli operatori sono già in stato di agitazione e che Villa dei Cedri il 30 ottobre sospenderà l’attività, le organizzazioni sindacali hanno proclamato per il giorno 6 novembre una prima giornata di sciopero ed un sit in che avrà luogo davanti la sede centrale dell’Asl di Caserta”.