Vendevano ricambi auto su internet, ma era una truffa. 2 denunciati

Immagine di repertorio

BAIANO (AVELLINO) – Prosegue incessante l’attività dell’Arma per impedire la consumazione di truffe in genere. Dopo l’azione di contrasto eseguita con l’iniziativa del Comando Provinciale Carabinieri di Avellino “DIFENDITI DALLE TRUFFE”, la Compagnia Carabinieri di Baiano ha proceduto a deferire all’Autorità Giudiziaria numerosi soggetti responsabili di truffe di vario genere ed in particolare per truffe on-line.

E proprio in quest’ultima tipologia di reato, i militari della Stazione di Ospedaletto d’Alpinolo, prendendo spunto da una denuncia contro ignoti, iniziavano immediatamente un’attività investigativa all’esito della quale deferivano alla competente Autorità Giudiziaria un 28enne di Lucera ed un 25enne di origini domenicane.

Nel corso delle accurate indagini, sono emersi inconfutabili elementi di reità nei confronti dei due giovani che avevano fraudolentemente pubblicato su un noto sito online la vendita di particolari accessori per auto ad un prezzo oltremodo vantaggioso.

L’acquirente convinto si trattasse di una buon affare non esitava a versare la caparra pattuita mediante ricarica su carta prepagata. Ma una volta incassato il denaro i “venditori” facevano perdere le proprie tracce.

L’attività condotta dai militari dell’Arma consentiva di identificare i soggetti che, alla luce delle evidenze emerse, sono stati deferiti in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino perché ritenuti responsabili del reato di truffa on-line.