Scoperto il covo di mezzi rubati: recuperati veicoli per 100mila euro

Presso quella Cava, i Carabinieri della Stazione di Valle di Maddaloni hanno rinvenuto mezzi di altre società risultati rubati

Immagine di repertorio

Valle di Maddaloni / Castel Morrone – Ai Carabinieri della Stazione di Valle di Maddaloni sono bastate 24 ore di serrate attività d’indagine per ritrovare l’autofurgone “IVECO” e l’escavatore “JCB”, di proprietà della ditta “Bustraser Italia” con sede in Mormanno (Cs), rubati nella serata di ieri in via San Rocco, a Valle di Maddaloni, dal cantiere TAV (tratta ferroviaria Napoli – Bari).

I Militari dell’Arma, attraverso la visione di sistemi di videosorveglianza privati e pubblici hanno, minuziosamente, ricostruito il percorso compiuto dai malviventi con i mezzi trafugati che li ha condotti fino ad una cava dismessa, ubicata in Castel Morrone (CE), dove hanno ritrovato i citati mezzi rubati.

Presso quella Cava, i Carabinieri della Stazione di Valle di Maddaloni hanno anche rinvenuto mezzi di altre società, non interessate ai lavori TAV, rubati in precedenza in altre località. In particolare un autofurgone “Iveco” di proprietà di una ditta di Cancello ed Arnone, rubato in Vitulazio sulla SS 7 Appia in data 23.09.2020; un  escavatore “komatsu” di proprietà di una ditta di Vitulazio, denunciato rubato ai Carabinieri di Vitulazio nella mattinata odierna.

I mezzi, recuperati, il cui valore complessivo ammonta ad euro 100.000,00 circa, sono stati restituiti agli aventi diritto.