Va al pronto soccorso con un proiettile nel piede. Gli viene amputata la gamba

AVERSA – Una storia tutta, ancora, da chiarire quella di un 26enne pregiudicato arrivato al pronto soccorso di Aversa in gravissime condizioni.

I medici hanno notato da subito la sua situazione precaria, come riporta il Mattino, presentava febbre alta e perdita di sensi. I sanitari hanno scoperto che il giovane aveva un proiettile nel piede da ben due giorni e la ferita era oramai in cancrena.

Il ragazzo ha ricevuto un colpo di pistola al piede e si è recato in ospedale solo due giorni dopo, quando oramai era troppo tardi.

I medici dell’ospedale di Aversa lo hanno trasferito a Caserta dove è stato sottoposto ad un intervento chirurgico per amputare la gamba fin sotto il ginocchio.

Naturalmente del caso sono stati allertati gli agenti del commissariato di polizia i quali hanno avviato le indagini per ricostruire la dinamica dei fatti.

Al momento non si esclude nessuna ipotesi, dalla rapina subita, o al più probabile ferimento mentre commetteva qualche reato. Non si esclude nemmeno l’eventualità che sia stato vittima di una vendetta maturata negli ambienti della microcriminalità.