Usura ed estorsioni. Greco finisce agli arresti dominciliari

Il giudice ha disposto i domiciliari accogliendo la richiesta dell'avvocato difensore

Immagine di repertorio

RECALE – Il giudice per le indagini preliminari Orazio Rossi, ha disposto gli arresti domiciliari per Nicola Greco, alias ‘o Zingaro.

L’uomo venne arrestato lo scorso 26 Aprile dagli uomini dell’arma dei carabinieri per i reati di usura ed estorsione.

Insieme con lui vennero fermate anche la moglie e la figlia, rispettivamente Laura Spada e Giulia Greco, ad oggi con l’obbligo di firma presso i carabinieri di Marcianise.

Dalle indagini è risultato che l’uomo, Nicola Greco, prestava denaro con interessi tra il 300% ed il 1400%. A seguito dei prestiti seguivano poi le azioni minatorie e lesive ai danni delle vittime, le quali venivano costrette alle restituzione delle somme di denaro e dei relativi interessi usurari, condotte per le quali venivano contestati i reati di estorsione.