Ucciso dal clan dei Casalesi. Svelato il motivo dopo 18 anni dall’omicidio

“Spacciava senza il permesso del clan dei Casalesi”, queste le testimonianze rese agli investigatori

Casal di Principe / Villa di Briano – Forse, dopo quasi 20 anni, si sta facendo luce sull’omicidio di Massimo Cristofaro Dell’Aversano.

Avvenuto il 12 luglio del 2001 a Villa di Briano, e forse ucciso perchè spacciava droga senza il consenso del clan dei Casalesi.

La ricostruzione del delitto è stata resa possibile dalle confessioni di alcuni collaboratori di giustizia come Antonio Iovine alias o’ninno, Francesco Barbato e Giuseppe Misso.

“Spacciava senza il permesso del clan dei Casalesi”, queste le testimonianze rese agli investigatori. Intanto è stata fissata l’udienza preliminare per il 25 settembre dinanzi al Tribunale di Napoli.