Turisti bloccati in Kenya. Imprenditore Aversano: “Li ospitiamo noi”

All'appello, intanto, ha risposto la VRclub, compagnia turistica italiana di proprietà di due imprenditori Aversani

Aversa – Appello in rete da parte di una famiglia di Capri bloccata in Kenya da oltre un mese con due bimbi piccoli.

A causa dell’emergenza coronavirus tutti i voli sono stati interrotti e quei pochi organizzati dalle ambasciate non riescono a far fronte al gran numero di richieste di cittadini italiani bloccati in Africa.

All’appello, intanto, ha risposto la VRclub, compagnia turistica italiana di proprietà di due imprenditori Aversani, Francesco Bo, presidente, e Luca Faenza, direttore marketing e pubbliche relazioni.

Venuti a conoscenza della storia di questa famiglia, ci siamo messi in contatto con loro, offrendogli quanto meno una sistemazione consona alle esigenze di una famiglia così lontano da casa in un momento come questo. Anche il nostro management è ancora bloccato li, ma confidiamo nell’ottimo lavoro che sta svolgendo il consolato e l’Ambasciata italiana. Nel frattempo – conclude Bo – accogliamo ovviamente e gratuitamente i concittadini nella nostra struttura, offrendogli una sistemazione degna e adatta alla famiglia rispetto a quella in cui soggiornavano. Fieri di essere italiani”.