Truffa sui migranti, la procura indaga sullo Sprar di Caserta

Verifiche sui flussi di denaro

CASERTA7 persone sono indagate per associazione a delinquere finalizzata alla truffa aggravata nei circuiti dell’assistenzialismo ai migranti.

Si tratta di un’indagine sullo Sprar di Caserta, che si occupa di duecento migranti l’anno, come riportato anche dalla testata Il Mattino.

Sono tutti indagati a piede libero, e nella giornata di ieri i carabinieri hanno notificato il decreto emesso dalla Procura della repubblica di Santa Maria Capua Vetere.

Inoltre i militari hanno effettuato una serie di perquisizioni per acquisire gli atti necessari alle verifiche sulle incongruenze tra quanto dichiara il comitato Centro Sociale, l’associazione che gestisce lo Sprar con le suore Orsoline e i documenti rilasciati dal comune di Caserta.

La Procura indaga sui flussi di denaro, ritenendo che quanto dichiarato agli atti dal Comune e dal Comitato possa non corrispondere ai servizi effettivamente erogati a favore dei migranti. Le indagini sono ancora alle fasi preliminari.