Truffa da migliaia di euro ai danni del comune di Capua. 5 persone denunciate

Immagine di repertorio

CAPUA – Bollettini postali falsi, truffa da migliaia di euro. Questo è quanto stato portato alla luce dalla Polizia Municipale di Capua durante un importate operazione investigativa.

Un’ingegnosa truffa perpetrata ai danni del Comune di Capua e dell’ASL di Caserta attraverso la falsificazione di bollettini postali.

Le indagini, coordinate dal Comandante Carlo Ventriglia, hanno permesso di far luce sul meccanismo truffaldino di alcuni commercianti e professionisti che, attraverso la falsificazione dei timbri di Poste Italiane, apposti su bollettini postali attestanti l’avvenuto pagamento di somme di fatto mai introitate dagli Enti beneficiari, inducevano in errore i dipendenti comunali preposti al rilascio di autorizzazioni e/o altri tipi di concessioni.

I bollettini postali venivano allegati alle comunicazioni trasmesse in via telematica allo SUAP del Comune di Capua, per attestare l’avvenuto pagamento della TOSAP e di altri tributi comunali, oltre ai diritti di segreteria relativi a certificazioni dell’ASL, riferiti all’anno 2016.

Finora sono state identificate 5 persone che, a vario titolo, hanno concorso nel reato ipotizzato dal Comando della Polizia Municipale, per cui le stesse sono state deferite all’Autorità Giudiziaria per i reati previsti dagli articoli 469 e 640 del codice penale.

Sono tuttora in corso ulteriori indagini sia presso lo SUAP che presso l’Ufficio Ragioneria per accertare l’esistenza di altri casi analoghi.