Aversa.Truffa invalidi. Bloccate 75 pratiche per 100mila euro

Sospesi pagamenti per una somma stimata intorno ai 100 mila euro mensili. Impiegata INPS presunta complice del citato CAF di Aversa

Aversa – Questa mattina la Procura della Repubblica di Napoli Nord, con l’ausilio della Guardia di Finanza di Aversa, ha eseguito 4 arresti.

Si tratta dell’ex sindaco di San Marcellino Pasquale Carbone, Michele Russo, responsabile del patronato Caf di Aversa, Salvatore Ambrosio, medico esterno dell’Inps e Benito Di Costanzo, ritenuto il procacciatore di clienti.

Sono accusati di corruzione, truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche e falso.

Le indagini hanno accertato il rilascio di falsi certificati di invalidità civile ai loro parenti ed amici, con la complicità di un medico.

Gli ulteriori approfondimenti investigativi, effettuati dai finanzieri di Aversa con la collaborazione dell’lnps di Caserta, consentivano di individuare altre 75 pratiche di riconoscimento di invalidità civile gestite dallo stesso medico che presentavano delle irregolarità istruttorie. In particolare, nella maggioranza dei casi, secondo quando contestato, il medico effettuava l’accesso allo specifico portale e, dopo aver creato false commissioni (delle quali facevano parte altri ignari medici), attestava telematicamente la falsa invalidità senza, evidentemente, aver effettuato alcuna visita medica e senza aver esaminato il relativo fascicolo sanitario, peraltro in molti casi mai creato.

Truffa invalidi nell’Agro Aversano. 4 arresti. I NOMI