Truffa in banca da 350mila euro. 15 indagati tra i quali anche un dipendete

Chiedevano prestiti che poi non restituivano

ROCCA D’EVANDRO / CASSINO – Chiuse le indagini a carico di 15 persone accusate di truffa.

Le indagini hanno ricostruito il modus operandi dei truffatori, i quali chiedevano prestiti e poi sparivano nel nulla.

Tra gli indagati anche anche due donne di Rocca d’Evandro, un imprenditore e un direttore di banca.

Con questa truffa hanno creato un buco di 350 mila euro all’istituto di credito, la Banca Popolare del Cassinate. La denuncia è stata fatta dai vertici della banca insospettiti dall’anomalo numero di prestiti insoluti.