Falsi incidenti. Collaborazione tra Procura ed Assicurazioni. Furbetti sotto controllo

Più fluidi e veloci le comunicazioni e lo scambio di informazioni aventi ad oggetto episodi ritenuti di rilevanza penale

SANTA MARIA CAPUA VETERE – In data 29 ottobre 2018, la Procura della Repubblica, ha sottoscritto il protocollo d’intesa con le società “UnipolSai Assicurazioni S.p.A., Darag Assicurazione, Gruoupama, Gruppo Allianz, Grappo Axa, Grappo Cattolica, Gruppo Generali, Grappo Itas, Grappo Reale Mutua, HDI, Intesa San Paolo Assicurazioni, Verti, Vittoria, Zurich nonché Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici, relativo alla gestione e alla veicolazione delle notizie di reato in materia di frodi assicurative,
riconducibili alle fattispecie di cui agli artt. 640 e 642 c.p..

L’estensione di tale dinamica criminale rende ineludibile l’adozione di metodiche d’indagine tali da poter efficacemente aggredire il fenomeno nella sua complessità, evitando che una lettura frammentaria dei dati possa essere d’ostacolo ad un efficace contrasto, considerato peraltro che l’individuazione della competenza territoriale nel luogo ove ha sede la compagnia assicuratrice – spesso situato in luogo distante rispetto a quello di commissione di fatti – può amplificare le difficoltà di accertamento dei fatti.

Con la stipula del citato protocollo si è inteso individuare e disciplinare le migliori prassi operative, nei rapporti reciproci, per rendere più fluidi e veloci le comunicazioni e lo scambio di informazioni aventi ad oggetto episodi ritenuti di rilevanza penale nella materia assicurativa e conseguentemente più efficace e tempestiva, nel circondario del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, l’azione di contrasto al diffuso fenomeno delle frodi assicurative.

Le manifestazioni del predetto fenomeno, individuate come più aggressive, sono quelle poste in essere da gruppi criminali operanti in forma associata, riconosciuti particolarmente radicati, diffusi ed attivi sul territorio di competenza, al contrasto dei quali occorre riservare – in via prioritaria – l’impegno dell’investigazione e dell’azione di contrasto.

Per il raggiungimento dei predetti fini di migliore conoscenza e di più efficace contrasto al fenomeno su richiamato, appare necessario acquisire e consolidare, attraverso la specializzazione, conoscenze investigative ed uniformi prassi operative, sia sul versante degli organi di Polizia Giudiziaria delegati dalla Procura, che sul versante dei soggetti investiti della trattazione delle relative procedure all’interno delle singole società assicurative.