Trentola. Revocata misura interdittiva nei confronti dell’architetto Felaco

Già a Luglio, il tribunale annullò la misura cautelare del divieto di dimora a carico dell'Architetto

Trentola Ducenta – In data 4/11/19, su istanza degli Avvocati Vincenzo Motti e Luciano Fabozzi, il Giudice Santoro gli ha revocato la misura interdittiva della sospensione dall’esercizio nei confronti dell’architetto Felaco.

Ciò in quanto il Tribunale del riesame personale di Napoli (sez. 10 coll. B), che in data 29/7/19 annullò la misura cautelare del divieto di dimora a carico dell’Architetto, ha depositato le motivazioni da cui si evince che non sussistono gravi indizi di colpevolezza a carico del Felaco.

L’inchiesta riguarda autorizzazioni amministrative, nel comune di Trentola Ducenta, che sarebbero state rilasciate ad imprenditori in cambio di favori o assunzioni nelle loro aziende di persone indicate dalla politica.

Due gli episodi contestati all’architetto Felaco, e poi riconosciuto estraneo, uno inerente la vicenda del supermercato Decò e l’altra riguardante il Meat Market collegato al De Marco.

Insomma, a parere dei Giudici napoletani, la Procura ed il G.i.p. di Napoli Nord hanno sbagliato a richiedere ed emettere ordinanza cautelare nei confronti dell’allora Dirigente dell’Ufficio dei Lavori Pubblici.