Tragedia in mare. Muore una 13enne insieme al suo maestro di sub

CAMPANIA (ISCHIA) – Terribile tragedia nel mare di Ischia dove sono morti annegati due sub, di 44 e 13 anni.

Si tratta di Antonio Emanato, maestro di immersioni, e Lara Scamardella 13 anni, sua allieva. Dovevano immergersi per esplorare una piccola grotta in località ‘Secca delle formiche’, ma purtroppo non sono più riemersi.

Ad allertare i soccorsi è stato l’accompagnatore, il quale notando i tempi troppo lunghi ha lanciato l’allarme. Sul posto sono giunti i vigili del fuoco del distaccamento locale e gli uomini della capitaneria di porto.

A guidare le operazioni il comandante della guardia costiera di Ischia, tenente di vascello Alessio De Angelis, il quale ha dichiarato:

“Solo i dati tecnici e gli accertamenti sulle attrezzature stabiliranno le cause del decesso. Al momento, stando alle testimonianze raccolte, parrebbe i due si siano introdotti in una cavità senza riuscire ad uscirne a causa della scarsa visibilità, dovuta alle movimentazioni di sedimenti sul fondale”- continuando – “Da quello che risulta, l’allieva e il suo maestro erano partiti insieme dallo stesso punto e, verso le 12, una terza persona che era con loro, non vedendoli tornare in superficie, ha dato l’allarme”- concludendo – “Presto servizio a Ischia da maggio 2015, e  non è mai successo niente di simile”.

Quindi, al momento, sembrerebbe che il fondale sabbioso abbia intrappolato i sub, ostruendo la visione mentre cercavano una via d’uscita, fino a quando non hanno terminato l’ossigeno.