TRAGEDIA IN CAMPANIA. Si ferisce e muore. Indagate 12 persone

REGIONALE – Un 33enne di Pagani, Carmine Russo, è deceduto a causa di una grave infezione causata da una ferita procurata sul posto di lavoro lo scorso 2 Maggio.

E’ questa la prima ricostruzione fatta dagli inquirenti che indagano sul decesso dell’uomo. Si è recato presso l’ospedale di Nocera Inferiore, ma dopo il ricovero in rianimazione è deceduto, così i familiari hanno deciso di sporgere regolare denuncia presso i carabinieri per cercare di fare chiarezza sull’accaduto.

La Procura ha iscritto nel registro degli indagati dodici medici con l’accusa di omicidio colposo in concorso.

In base alla ricostruzione della procura Carmine Russo si era procurato una ferita sul posto di lavoro, ma non si è recato in ospedale provvedendo da solo. La ferita si sarebbe infettata causando febbre alta curata con la tachipirina, in base alle indicazioni delle guardia medica. Quando la situazione è peggiorata è stato condotto al pronto soccorso dove è deceduto poco dopo.