Home Caserta Terrorismo nel Casertano. Indagano i servizi su rete logistica

Terrorismo nel Casertano. Indagano i servizi su rete logistica

Dopo l'arresto del terrorista si allarga l'indagine della Digos

CASERTA – Dopo l’arresto del terrorista Mourad Sadaoui, fermato dalla Digos di Caserta in un casolare ad Acerra, si indaga a 360 gradi su complici e fiancheggiatori.

Il sospetto, fondato, è che nel Casertano si sia instaurata una rete logistica di supporto a cellule terroristiche come i foreign fighter.

Già si indaga su circa una 30ina di persone, tutte inserite all’interno di un dossier dell’intelligence.

Nella provincia di Caserta, secondo il rapporto dei Servizi Antiterrorismo, uomini appartamenti ai combattenti dell’Isis potrebbero trovare rifugio e supporto.