Terremoto nel Sannio. Paura tra la gente. Chiuse scuole ed uffici

Il sisma è stato distintamente avvertito dalla popolazione, la gente è scesa in strada ed in via precauzionale sono state chiuse le scuole fino a dopodomani

Benevento – Una nuova scossa di terremoto di magnitudo 3.2 è stata registrata nel Sannio alle 11.27. Si tratta della quarta più forte dello sciame sismico che sta investendo la zona.

Non si segnalano danni a persone e cose. L’epicentro è il comune di Ceppaloni, ma alle 12.15 la terra ha tremato ancora, stavolta in corrispondenza del comune di San Leucio del Sannio con magnitudo è di 3.1.

Il sisma è stato distintamente avvertito dalla popolazione, la gente è scesa in strada ed in via precauzionale sono state chiuse le scuole fino a dopodomani.

“C’è preoccupazione tra la popolazione – spiega all’Ansa il sindaco di Ceppaloni Ettore De Blasio – Ma per ora non si segnalano danni a persone o cose. Ho disposto che le scuole chiudessero subito e per le prossime 48 ore, in modo da consentire le opportune verifiche tecniche”.

A Benevento, il sindaco Clemente Mastella ha riunito il Centro operativo comunale (Coc) “Per fare un esame – si legge nella comunicazione – della situazione alla luce dello sciame sismico attualmente in atto”. Il primo cittadino ha disposto in via precauzionale l’immediata chiusura di scuole e uffici pubblici.