VITULAZIO – Come vi abbiamo appena reso noto, i carabinieri hanno smantellato una intera organizzazione criminale nel Casertano dedita allo spaccio.

Sono state arrestate 10 persone, di cui 3 custodie in carcere, 2 agli arresti domiciliari e 5 al divieto di dimora nelle province di Caserta, Latina e Napoli.

Il particolare agghiacciante è che l’intera indagine è partita da un tentato omicidio di una bambina di soli 3 anni, avvenuto nel mese di agosto dello stesso anno in Vitulazio, ad opera di tre soggetti, tratti in arresto dai militari della Compagnia Carabinieri di Capua e condannati alla pena detentiva all’esito di giudizio abbreviato.

Il movente di questo efferato delitto era legato a dissidi sorti nella redditizia attività dello spaccio della droga nell’ambito dei comuni di Vitulazio e Bellona.

In poche parole a causa di problemi interni al gruppo criminale, tre persone hanno tentato una sorte di ritorsione tentando di uccidere una bimba di 3 anni, e grazie all’arresto i carabinieri sono riusciti a ricostruire l’intera attività di spaccio giungendo agli arresti di questa mattina.

In carcere:

GRAVANTE Costina e ROVELLI Fabio di Bellona, MENDETTA Daniele, di Castel Volturno

Domiciliari:

RESCIGNO Giuseppe e SCIALDONE Amelio di Vitulazio

Divieto di dimora:

DI LORENZO Amedeo e MEROLILLO Giovanni di Bellona, NERI Raffaeli» e la madre CARDILLO Ermelinda. Un indagato è invece irreperibile.