Strage in discoteca a Corinaldo. Chiesti 18 anni per il figlio del ras dei Casalesi

Secondo le indagini avrebbero usato lo spray al peperoncino per creare caos nel locale

San Cipriano d’Aversa / Corinaldo – Al termine della requisitoria per la strage di Corinaldo, il pm ha invocato 18 anni per Ugo Di Puorto.

Si tratta del figlio del ras del Clan dei Casalesi Sigismondo. Sei morti e più di 200 feriti nella discoteca Lanterna Azzurra dopo che la banda mise in azione dei furti con l’utilizzo di bombolette spray.

Sono sei gli indagati nel processo. Sono accusati a vario titolo di omicidio preterintenzionale, associazione per delinquere, lesioni personali e singoli episodi di rapine e furti con strappo, è stato aggiornato al 25 giugno quando inizierà la discussione.

Secondo le indagini avrebbero usato lo spray al peperoncino per creare caos nel locale e approfittare della confusione per rubare catenine e monili, mentre una folla di giovanissimi attendeva il concerto