Home Cronaca bianca Marcianise. Traffico, strade, parcheggi ed il duro lavoro dei vigili urbani

Marcianise. Traffico, strade, parcheggi ed il duro lavoro dei vigili urbani

Da un po' di tempo Marcianise conosce delle criticità in fatto di viabilità

MARCIANISE – Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa dell’ex amministratore Angelo Golino.

Da un po’ di tempo Marcianise conosce delle criticità in fatto di viabilità; alcuni punti della città vivono delle difficoltà evidenti legate al traffico, ai sensi di marcia, al parcheggio.

Inevitabili le ripercussioni, oltre che sul traffico, su commercio e servizi presenti nelle zone in questione.

L’Annunziata crocevia per i rioni San Giuliano e San Simeone e poi la questione parcheggi su via Raffaele Musone rappresentano delle criticità che inevitabilmente comportano disagi forti a una città come la nostra.

Se lo sperimentare l’isola pedonale a via Marchesiello poteva essere giustificato dal proposito di incentivare le nuove attività giovanili da poco insediate e per tutelare un luogo di incontro importante per tantissimi giovani, di tutt’altra natura le idee alquanto repentine di interdire la sosta delle auto a piazza Carità, sede dell’ASL e area ancora priva di parcheggi con le inevitabile problematiche poi innescatesi appunto a cascata relative ai sensi di marcia della zona.

Basta solamente ricordare che l’ASL serve anche i cittadini dei comuni a noi vicini per coglierne la portata.

Il mio non vuol essere un intento polemico, spero a riguardo che quanto prima dirigenti e amministratori facendo le dovute riflessioni possano prendere decisioni opportune e risolvere i problemi; magari riportandole in un quadro più organico d’intervento, pubblicizzandolo con adeguato anticipo, se del caso comunicandolo ai comuni viciniori del distretto ASL e ascoltando anche pareri e spunti di associazioni di categoria o di associazioni promotrici di mobilità sostenibile.

Ci tengo invece a esprimere a prescindere da tutto vicinanza e stima nei confronti dell’intero corpo di polizia municipale che in tutto questo periodo è esposto a un accrescersi dei normali carichi di lavoro, e non solo. Gli agenti di polizia municipale da una parte sono tenuti a garantire come sempre il massimo della sicurezza urbana e a evitare l’effetto domino di ciascuna delle novità apportate, ma sono anche quelli che nelle strade ogni giorno devono subire lamentale e sfoghi della cittadinanza (e di quanti vengono da fuori) che spesso vedendo nel corpo di P.M. il più vicino presidio delle Istituzioni ne fa destinatario di critiche e malcontenti, con toni più o meno contenuti, e talora gli agenti sono costretti a tenere atteggiamenti che servano anche smorzare toni e a far comprendere i cittadini.

Non è sempre facile e bisogna dar loro atto che pur tra tante altre problematiche il loro impegno è lusinghiero, spesso presi da tanto altro rischiamo di non rendercene conto.