CASAL DI PRINCIPE – Era già stato condannato in primo grado presso il tribunale penale di Santa Maria Capua Vetere.

Pena confermata a 5 anni e 3 mesi di reclusione, in secondo grado, per A.C. 50enne di Casal di Principe. L’uomo era stato arrestato a seguito della denuncia fatta dalla convivente 22enne, la quale in quegli anni lavorava come barista presso un locale nel comune di San Marcellino.

La giovane ragazza venne ricoverata presso l’ospedale per alcune contusioni ed escoriazioni procuratele dal 50enne.