Sparatoria a Bellona. Teste di cuoio in azione, momenti di tensione

BELLONA – Un ingente spiegamento di uomini e mezzi, in questo momento, in via Aldo Moro a Bellona, proprio di fronte al supermercato Deco’.

Un centinaio di uomini tra Carabinieri, Polizia e del Gruppo Intervento Speciale (GIS) che stanno cercando di far desistere Davide Mango, guardia giurata, il quale nel pomeriggio di oggi intorno alle 16 ha fatto fuoco contro diverse persone, armato di pistola e fucile, ferendo un carabiniere, comandate della stazione di Vitulazio, ed urlando, dal balcone di aver ucciso la moglie, la quale pochi minuti fa sarebbe stata portata via d’urgenza da un’ambulanza. Al momento, quindi, non c’è ancora una dichiarazione ufficiale in merito alle condizioni della donna.

Alla sparatoria sarebbe scampata la figlia più piccola, la quale è fuggita in strada durante gli attimi più concitati.

L’intera zona è completamente chiusa ed interdetta al traffico e gli uomini dell’Arma dei Carabinieri hanno circondato la palazzina, cercando di mediare con la guardia giurata, attendendo il momento giusto per intervenire. Sul posto, è giunto anche il padre del Mango, nel tentativo di convincerlo ad arrendersi. Seguiranno eventuali aggiornamenti.