Sparatoria ad Aversa. Confermato il carcere per 20enne di Casapesenna

Sul luogo della sparatoria vennero ritrovati i bossoli, e grazie alle immagini di videosorveglianza i carabinieri identificatori i tre giovani

Immagine di repertorio

Aversa / Casapesenna – I giudici dell’ottava Sezione del tribunale del Riesame di Napoli hanno respinto la richiesta di scarcerazione presentata dall’avvocato difensore di F. M..

Confermato, quindi, il carcere per il 20enne di Casapesenna il quale dovrà rispondere di tentato omicidio nei confronti di un 17enne, durante una sparatoria avvenuta avvenuta lo scorso 6 giugno nei pressi di un noto locale di via Salvo D’Acquisto ad Aversa.

In base alla ricostruzione fatta dagli investigatori, fuori ad un bar in via Salvo d’Acquisto ad Aversa, dei giovani originari di Casapesenna, avevano preso parte alla rissa sfociata in sparatoria a danno di un coetaneo.

Il 17enne fu colpito ad una gamba, e trasporto al pronto soccorso dell’ospedale di Aversa, dove i medici formularono una prognosi di 7 giorni. Sul luogo della sparatoria vennero ritrovati i bossoli, e grazie alle immagini di videosorveglianza i carabinieri identificatori i tre giovani.