Soldi di Zagaria all’estero, chiesta la condanna per Inquieto

La prossima udienza dovrebbe svolgersi verso la fine mese

Immagine di repertorio

Nel corso del processo celebrato dinanzi alla Corte di Appello di Napoli, la Procura generale ha chiesto la conferma della condanna a 16 anni per l’imprenditore Nicola Inquieto.

E’ accusato di aver investito i capitali del boss Michele Zagaria, nella sua impresa edile sita in Romania.

Nell’udienza di questo pomeriggio, il legale dell’imprenditore ha sottolineato l’inattendibilità dei collaboratori di giustizia, i quali non hanno saputo riferire in merito ai presunti flussi di denaro del clan in entrata e in uscita, oltre a richiamare una nuova perizia sul materiale contabile da cui non emergerebbe l’investimento di capitali di provenienza illecita da parte di Inquieto.

La prossima udienza dovrebbe svolgersi verso la fine mese, durante la quale potrebbe essere pronunciata la sentenza.