Il sindaco Velardi risponde “Sedicente sindacato” – “me la faranno pagare”

MARCIANISE – Non si placa la polemica sulla vicenda della villa sottratta al Clan Belforte. Dopo il botta e risposta a suon di post arriva la replica alla lettera del sindacato, da parte del sindaco Antonello Velardi.

Ecco la sua risposta, pubblicata poco fa, attraverso i canali social:

Ringrazio vivamente tutti quelli che mi hanno espresso vicinanza in questa strana, assurda, rischiosa vicenda della villa sottratta alla famiglia camorristica Belforte e affidata dal Comune di Marcianise ad un’associazione che assiste i disabili. Una storia strana che vede coinvolto anche il Corpo della Polizia municipale di Marcianise e un sedicente sindacato che mi ha mandato messaggi obliqui. Ringrazio le centinaia, qualche migliaio, di miei concittadini che mi hanno contattato. Ringrazio tutti i gruppi e i partiti politici di Marcianise che sono intervenuti pubblicamente. Ringrazio quelli che sono intervenuti qui su Facebook. Tutti. In particolare – per il significato simbolico – il presidente Antonio Bassolino, l’avvocato Francesco Barra Caracciolo, il professore Luigi Fiorentino, Vice Segretario Generale di Palazzo Chigi, il collega carissimo Guido Ruotolo, la professoressa Angela Elia che ci segue da Salerno e tutti quelli che, come lei, ci sono vicino affettuosamente da fuori Marcianise. Sono sempre più convinto che me la faranno pagare; il silenzio di molti, di taluni me lo conferma. Ma ho la consolazione di non essere solo. Ripropongo ciò che mi ha scritto il professore Fiorentino, seguirò i suoi consigli.
“Grande Sindaco. Invia alla Procura (sicuramente già lo hai fatto) una dettagliata relazione sul corpo di polizia municipale, sulle omissioni… Dai segnali chiari. Procedi subito a riorganizzare il Corpo. Isola la parte inquinata attribuendole compiti di “studio”. Se vuoi avrai da me tutti i suggerimenti amministrativi necessari per debellare i corrotti! Riorganizzazione e nuovi compiti. Facessero poi ricorso al TAR”.
Che Dio ci assista.