Familiare è positivo, sindaco Casertano in isolamento domiciliare

"Il mio tampone è negativo" sottolinea il primo cittadino

Immagine di repertorio

Calvi Risorta – Il sindaco Giovanni Lombardi, nelle scorse ore ha comunicato di aver adottato la misura preventiva dell’isolamento domiciliare, assieme a tutta la sua famiglia, dopo che un suo parente è risultato positivo al coronavirus.

Pur essendo risultato negativo al tampone, e quindi senza alcuna disposizione da parte dell’Asl, ha scelto di auto isolarsi in virtù del senso di responsabilità che lo stesso Lombardi chiede ai propri concittadini.

In nome del senso di responsabilità che costantemente chiedo a tutta la cittadinanza, ho fatto ciò che avrei chiesto a chiunque altro cittadino ovvero io e tutta la mia famiglia ci siamo sottoposti a tampone che, fortunatamente, ha appena dato esito negativo per tutti noi.

Nonostante la negatività di tutti noi altri, io e la mia famiglia siamo in attesa che l’Asl ci dia direttive per cui, fino ad allora, non sarà interrotto nè l’isolamento volontario al quale ci siamo sottoposti nè, tantomeno, la quarantena obbligatoria per i conviventi del familiare contagiato.

Per estrema chiarezza, allego il referto del mio tampone. Chiedo caldamente ai soliti mistificatori di non strumentalizzare perfino vicende come queste“.