Sigarette di contrabbando invadono la provincia di Caserta. Non si conosce il loro contenuto

CASERTA – Stanno dilagando a macchia d’olio le sigarette di contrabbando provenienti dalla Bielorussia e denominate “cheap white” o le “bianche economiche”.

Sono passate dal mercato illegale di Napoli e provincia a quello di Caserta, ed oramai sono diventate largamente diffuse, grazie ai prezzi decisamente inferiori a quelle del monopolio di Stato.

Queste sigarette, con confezioni del tutto simili a quelle legali, ma con scritte in russo arrivano nel nostro paese senza alcun tipo di controllo o marchio, quindi non si conosce l’effettivo contenuto che viene aspirato. Naturalmente è assodato che le sigarette fanno male, legali o illegali, ma chiunque fumi questo tipo di prodotto corre, senza dubbio, dei rischi in più.

Tra le marche più vendute troviamo “minsk” e “nz”, facilmente reperibile al mercato nero.

Le “cheap white” sono prodotte legalmente nel paese di origine, per poi finire nella filiera del contrabbando.