Sfratto per i parenti del boss del clan Belforte. Dovranno lasciare la casa

Forze dell'ordine sul posto per l'esecuzione dello sfratto

CASERTA – Le forze dell’ordine del capoluogo Casertano hanno avviato lo sgombero della villa del boss del clan Belforte Antonio Della Ventura in via Petrarelle, nella frazione Santa Barbara.

La villa era già stata confiscata ed assegnata all’Agenzia Nazionale dei Beni Confiscati, ma i parenti del boss, attualmente detenuto al 41 bis, non aveva rispettato l’ordine di lasciare l’immobile. Della Ventura è ritenuto il referente del clan di Marcianise nel capoluogo Caserta.

Ci sarebbe un ricorso su questo sgombero del quale bisognerà attendere ancora qualche mese prima della decisione dei giudici.

Sul posto sono intervenuti, questa mattina, la Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia Municipale, per eseguire una sorta di sfratto ordinato dall’Agenzia Nazionale.

Il bene sarà incluso nel patrimonio comunale e riutilizzato per fini sociali.