SESSA AURUNCA – Il Tribunale di Napoli si è pronunciato in merito all’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa lo scorso 13 dicembre dal Gip di Santa Maria Capua Vetere, a carico di Raffaele Cacace, 36enne napoletano.

L’uomo dal comune di Sessa Aurunca, aveva realizzato una ‘piazza mobile’ di spaccio tra la provincia di Caserta ed il Rione Traiano.

Era stato arrestato grazie alle intercettazioni telefoniche ed ai servizi di pedinamento con i quali era stato possibile ricostruire il suo modus operandi.

Il tribunale del Riesame di Napoli ha accolto le istanze dagli avvocati Marco Bernardo e Giuseppe Milazzo, disponendo la scarcerazione di Cacace.