Sessa Aurunca. Le estorsioni per mantenere le famiglie dei detenuti

SESSA AURUNCA – Grazie alle denunce fatte da decine di commercianti sono partite le indagini degli uomini dell’arma dei carabinieri di Sessa Aurunca.

Sarebbero una dozzina gli episodi estorsivi, commessi tra il mese di giugno e di settembre del corrente anno, in danno di alcuni commercianti dell’area di Sessa Aurunca.

Le indagini, coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia partenopea, hanno permesso di individuare i componenti tutti appartenenti al clan camorristico degli ESPOSITO cd. “muzzoni”, storicamente operante sui territori di Sessa Aurunca, Cellole e Baia Domizia.

Si tratta di:

  1. MASI ELIO, 1953, RESIDENTE SESSA A.;
  2. ANDREOLI ALBERTO, 1965, RESIDENTE SESSA A.;
  3. MANCINI PIETRO1988 RESIDENTE CARINOLA (CE);
  4. LETTIERI ORLANDO, 1979, RESIDENTE SESSA AURUNCA.

Ritenuti responsabili, a vario titolo, dei reati di estorsione, tentata estorsione e porto abusivo di arma da fuoco, tutti aggravati dal metodo mafioso.

Grazie al coraggio dei commercianti, i quali hanno denunciato l’estorsione si è potuto ottenere questo importante risultato.