Soldi sottratti ai progetti delle scuole, maxi sequestro a direttore amministrativo

I delitti venivano consumati in più istituti scolastici della provincia dove l’indagata ha prestato servizio, dall’anno 2010 all’anno 2019

Immagine di repertorio

Nella mattinata di ieri, all’esito di un’articolata indagine diretta dalla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, personale della D.I.G.O.S. della Questura di Caserta ha dato esecuzione ad un decreto di sequestro preventivo finalizzato alla confisca, emesso dal G.I.P del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, nei confronti di P.A., classe ’73, ex dipendente del Ministero dell’Università e della Ricerca, quale Direttore dei Servizi Generali ed Amministrativi dell’istituto comprensivo ” F. Collecini — Giovanni XXIII” di Caserta, incarico ricoperto fino all’agosto del 2019.

Il provvedimento cautelare è l’epilogo delle indagini che hanno consentito di acquisire un grave quadro indiziario dimostrativo della consumazione, da parte della P.A., di una serie di condotte di peculato e falso materiale in atto pubblico, condotte peraltro ammesse dall’indagata.

I delitti venivano consumati in più istituti scolastici della provincia dove l’indagata ha prestato servizio, dall’anno 2010 all’anno 2019, essendo stata dimostrata l’indebita appropriazione, da parte della stessa, di una somma pari a complessivi euro 445.000,00, oltre al danno erariale, quantificato in circa 200.000,00 euro, per indebita percezione di emolumenti.

In esecuzione del provvedimento ablatorio, sono stati sottoposti a vincolo cautelare rapporti finanziari, somme di denaro e beni nella disponibilità dell’indagata, nonché quote di previdenza complementare ed il trattamento di fine rapporto spettante alla stessa, nei limiti previsti dalla legge (per un valore complessivo di 36.000,00 euro).