Sequestro da 1 milione e mezzo. Denunciate due persone dai carabinieri

Avevano proce­duto, senza alcun ti­po di autorizzazio­ne, al cambio di des­tinazione d’uso tras­formando l’edificio in questione, anche attraverso la real­izzazione di conside­revoli opere struttu­rali

GIUGLIANO / GRICIGNANO DI AVERSA – A Giugliano i carabinieri del  Norm Aliquota operativa della Compagnia di Giugliano, a conclusione di specifico servizio antiabusivismo finalizzato a contrastare vio­lazioni norme in materia di sicurezza sui luog­hi di lavoro, hanno deferito in stato di libertà per violazioni del tes­to unico in materia urbanistica F. N. e C.M., residente a Gric­ignano d’Aversa.

A seguito del controllo compiuto presso un immobile situato via san Fr­ancesco a Patria snc, accertavano che i due rispettiva­mente il primo in qualità di proprieta­rio e committente de­lle opere edilizie mentre il secondo quale direttore dei lavori, avevano proce­duto, senza alcun ti­po di autorizzazio­ne, al cambio di des­tinazione d’uso tras­formando l’edificio in questione, anche attraverso la real­izzazione di conside­revoli opere struttu­rali, da attività commerciale ad attiv­ità ludico-sportive creandovi di fatto ambienti da destina­re alla realizzazione di una palestra.

Nella circostanza veniva è stata accertata la presenza di 10 lavoratori risultati non regola­rmente assunti e nei cui confronti sono tutt’ora in corso ulteriori accertamen­ti volti a verific­arne la rispettiva posizione.

L’immobile, dell’ampiezza di cir­ca 2.000 mq e del valore commerc­iale di euro 1.500.000,00 circa, è stato sottoposto a seque­stro.