Blitz a Castel Volturno. Sequestrate 6 attività ed 11 denunce

In località Ischitella è stata sequestrata un’area di circa 1000 mq adibita a deposito illecito di carrozzerie

CASTEL VOLTURNO – Operazione di controllo straordinario del territorio nell’area di Castel Volturno e comuni limitrofi, disposta dall’Incaricato per il contrasto al fenomeno dei roghi nella regione Campania, Gerlando Iorio.

In campo 30 equipaggi, per un totale di oltre 80 unità appartenenti al raggruppamento “Campania” dell’Esercito Italiano, al Commissariato della Polizia di Stato di Castel Volturno, alla Compagnia dei Carabinieri di Mondragone e ai Carabinieri Forestali di Caserta, alla Compagnia Guardia di Finanza di Mondragone, al Reparto Operativo Aeronavale della Guardia di Finanza di Napoli, nonché funzionari dell’ARPAC, dell’ASL di Caserta, del Comando della Polizia locale di Castel Volturno e della Polizia Provinciale di Caserta.

Al fine di verificare il rispetto della normativa in materia ambientale, sono stati effettuati controlli presso 6 attività imprenditoriali e commerciali del comprensorio ed è stato attuato un mirato servizio congiunto di pattugliamento del territorio.

All’esito dei controlli, 5 sono state le aziende sequestrate, operanti nel settore dell’autofficine e carrozzerie, 32 le persone identificate di cui 11 denunciate all’Autorità Giudiziaria.

Sono state contestate violazioni amministrative per circa 120.000 euro.

9 veicoli controllati e 1 mezzo pesante sequestrato per trasporto abusivo di rifiuti, anche pericolosi, prevalentemente costituiti da elettrodomestici.

In particolare, in località Ischitella è stata sequestrata un’area di circa 1000 mq adibita a deposito illecito di carrozzerie e componenti meccanici di autovetture, (circa 100mq di materiali sequestrato), destinati verosimilmente al mercato estero. L’attività faceva capo ad un cittadino extracomunitario che è stato denunciato per gestione illecita di rifiuti. Sulla medesima area, interessata da un evidente stato di inquinamento del suolo, si trovano 13 locali, in parte adibiti ad abitazione ed in parte destinati a deposito di rottami. Conseguentemente anche il proprietario della struttura è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria.