Maxi sequestro da 650 mila euro ad una nota ditta Casertana

Credito in compensazione e passivi fittizi

SANTA MARIA CAPUA VETERE – In data odierna la Compagnia della Guardia di Finanza di Capua ha completato l’esecuzione di un decreto di sequestro preventivo per un valore complessivo di oltre 650.000 euro emesso dal G.I.P. del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere – su richiesta di questa Procura – avente ad oggetto disponibilità finanziarie della “TRE S.” S.r.l., società con sede in provincia di Caserta, esercente l’attività di “trasporto di merci su strada”, nonché il patrimonio del rispettivo rappresentante legale.

L’adozione delle due misure cautelari reali è intervenuta a seguito dell’esecuzione di una verifica fiscale che ha consentito di accertare che la società, nell’anno 2017, ha utilizzato indebitamente importi a credito in compensazione per circa 370.000 euro oltre ad aver indicato nella dichiarazione ai fini IVA del medesimo anno elementi passivi fittizi per oltre 250.000 euro, così ponendo in essere una consistente evasione fiscale.

Considerato l’elevato valore indiziario degli elementi raccolti nel corso dell’attività d’indagine, questa Procura -in virtù della normativa che prevede la possibilità di applicazione della “confisca per equivalente”- ha avanzato richiesta di sequestro, al fine di inibire il consolidamento del vantaggio economico derivante dall’evasione.

Il G.I.P.,aderendo alla predetta richiesta, ha quindi emesso il decreto di sequestro preventivo dei beni intestati alle società ed al suo amministratore.

Tale provvedimento cautelare fa seguito ad un altro sequestro operato lo scorso anno sempre dalla G.di.F. di Capua nei confronti della medesima società, in quanto resasi responsabile dell’omesso versamento di un’Iva dovuta, pari a 310.000 euro, relativa all’anno 2013.Pertanto, i Finanzieri hanno sequestrato rapporti finanziari e cinque unità immobiliari fino al raggiungimento all’importo delle imposte sottratte alle casse dello Stato.

Gli esiti della presente attività costituiscono un’ulteriore testimonianza del costante presidio economico-finanziario esercitato dalla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, in stretta sinergia con il Comando Provinciale della Guardia di Finanza diCaserta, per la repressione del grave fenomeno deil’evasione fiscale, a tutela dei cittadinie degli imprenditori rispettosi delle regole, onde assicurare l’equità sociale qualecondizione fondamentale del benessere della collettività.