Sequestrato auto lavaggio. Acqua nel lago Patria e furto di corrente. Due denunce

Autolavaggio completamente abusivo e senza autorizzazioni

GIUGLIANO – I carabinieri dell’aliquota radiomobile di Giugliano hanno posto sotto sequestro un autolavaggio di via Lago Patria e denunciati i due titolai.

All’esito dell’ispezione è risultato un evidente inquinamento ambientale, causato dallo scarico diretto delle acque reflue industriali (detersivi, saponi, prodotti per pulizia auto), mediante un sistema di griglie e condutture interne, nel vicino Lago Patria.

Inoltre era stato anche manomesso il contatore Enel, con il relativo furto di energia elettrica, sprovvisti di qualsiasi tipo di autorizzazione e mancata iscrizione al registro delle imprese.

I vigili urbani ed i carabinieri hanno denunciato S.A. di 48 annni e I.S. di 53 anni, entrambi di Giugliano e posta sotto sequestro l’intera area di circa 700 metri quadri su cui insiste l’autolavaggio nonché le attrezzature di lavoro, per un valore di trentamila euro.