Sempre più uomini afflitti da problemi nella sfera sessuale

Un altro problema frequente è quello dei disturbi dell’eccitazione

I problemi della sfera sessuale sono molto frequenti nella popolazione generale e colpiscono un numero di individui maggiore di quanto si potrebbe pensare. La disfunzione sessuale colpisce sia gli uomini che le donne ed è stato calcolato – con uno studio che ha preso in analisi la popolazione di sessanta paesi – che sono circa il 30% degli uomini ed il 45% delle donne ad esserne affetti.

Molto spesso si tende a nascondere questo problema, perché si teme che possa diventare oggetto di vergogna e di derisione. La difficoltà a parlarne con altri si presenta in particolare negli uomini, che vedono nelle prestazioni sessuali un elemento per valutare se stessi e per ottenere approvazione sociale.

Gli uomini dovrebbero invece diventare consapevoli dell’importanza di comunicare con un professionista della salute e dovrebbero capire che è possibile trattare i problemi nella sfera sessuale, senza dover per forza fuggire da essi.

Quali sono i problemi sessuali più frequenti negli uomini?

I disturbi che riguardano la sfera sessuale possono essere molto diversi tra loro. In alcuni casi hanno una base interamente psicologica, in altri invece vi sono anche dei fattori organici che portano alla disfunzione e sui quali si può innestare un elemento psicologico che porta all’aggravarsi della condizione.

Non tutti i disturbi si presentano di eguale gravità, infatti spesso è sufficiente utilizzare degli integratori alimentari o ricorrere alla psicoterapia per risolvere il problema, senza assumere una terapia farmacologica o fare degli interventi chirurgici. Un prodotto naturale è l’integratore Bio Tauro, che può essere acquistato direttamente sul sito biotaurocompresse.com, dove è possibile leggere una recensione completa dell’integratore ed effettuare l’acquisto ad un prezzo speciale.

Problemi di natura psicologica

Molto frequenti tra gli uomini sono i problemi sessuali di natura psicologica. Tra questi vanno ricordate in particolare la disfunzione erettile e l’eiaculazione precoce, condizioni che affliggono una buona parte della popolazione maschile e che possono anche portare all’instaurarsi di un circolo vizioso.

Alla base vi possono essere delle esperienze sessuali negative, oppure l’insicurezza in se stessi o l’ansia da prestazione. Nel caso della disfunzione erettile, non si riesce ad avere un’erezione o non si riesce a mantenerla per tutta la durata del rapporto sessuale, mentre nel caso dell’eiaculazione precoce si ha un’eiaculazione prima di quanto desiderato, talvolta durante i preliminari.

Per risolvere i problemi di natura psicologica, bisogna innanzitutto capire che non si tratta di condizioni gravi e che tante altre persone ne soffrono. È utile diventare più sicuri di se stessi e non vergognarsi della propria attività sessuale, cercando di allontanare l’ansia da prestazione. Seguire un’alimentazione sana e variegata e praticare degli esercizi di rilassamento può contribuire positivamente.

Disturbi dell’eccitazione

Un altro problema frequente è quello dei disturbi dell’eccitazione, che possono colpire sia uomini che donne. Concentrandosi sul sesso maschile, ci può essere una riduzione della lubrificazione, il che può causare dei rapporti dolorosi, in particolare durante la fase di penetrazione.

Può essere utile parlare con la propria partner del problema, evitando di continuare ad avere rapporti dolorosi: l’esperienza sessuale deve essere piacevole, affinché non si instaurino altri problemi correlati, tra cui anche quelli di natura psicologica per l’evitamento del dolore.

Disturbi del desiderio

Gli uomini possono avere un calo del desiderio, o addirittura la scomparsa del desiderio sessuale. Ci si riferisce a questa condizione anche con l’espressione disturbo da desiderio ipoattivo e sono diverse le cause che possono determinarlo, tra cui si ricordano in particolare la depressione, le preoccupazioni gravi e gli stati ansiosi.

Lo stato psicologico può influire notevolmente sul desiderio sessuale ed infatti non deve stupire che periodi di stress psicofisico siano accompagnati anche dal disturbo da desiderio ipoattivo, condizione che può spaventare, ma che può essere curata.