Scarcerato noto imprenditore Casertano coinvolto nell’inchiesta del clan sull’eolico

Accolta la tesi difensiva dell'avvocato

CAPODRISE – Mario Scognamiglio, 41 anni di Capodrise, venne arrestato lo scorso 23 Luglio insieme con altre 8 persone, nell’inchiesta “Via col vento” riguardante i lavori del parco eolico di Amaroni.

Le indagini della Dda di Catanzaro si sono concentrate sulla realizzazione dei parchi eolici di Amaroni, di Cutro e di San Biagio nel territorio di Crotone.

In base alla ricostruzione fatta dai carabinieri del Comando provinciale di Reggio Calabria, i presunti interessi delle cosche locali della ndrangheta avrebbero imposto la loro presenza alle multinazionali impegnate nella realizzazione degli impianti per la produzione di energia alternativa.

Il Tribunale del Riesame di Catanzaro ha accolto la tesi dell’Avvocato Giovanni Palmiero annullando l’ordinanza di custodia cautelare, per mancanza di gravi indizi di colpevolezza, nei confronti di Mario Scognamiglio, direttore della logistica de La Molisana impresa coinvolta nei lavori del parco eolico di Amaroni.