SCANDALO MOZZARELLE. La provola veniva affumicata bruciando volantini e cartoni

MARCIANISE – Proseguono gli accertamenti sull’inchiesta Aristeo che ha portato all’arresto di 5 persone che producevano mozzarella dichiarata D.O.P. con latte avariato e soda caustica. LEGGI QUI TUTTI I DETTAGLI

I dettagli che emergono dopo le ispezioni della guardia di finanza di Marcianise sono a dir poco agghiaccianti. All’interno dei caseifici, ad esempio, è stato accertato l’utilizzo di volantini e cartoni per affumicare la provola. Materiale contenente colla altamente nociva.

Quello che si sta delineando è un quadro davvero preoccupante. Imprenditori, i quali senza troppi scrupoli, utilizzavano, per la produzione di mozzarella e derivati, prodotti altamente nocivi per la salute. Questa situazione va a ledere l’immagini di chi onestamente, e soprattutto a norma di legge, produce generi alimentari che rendono la nostra terra famosa nel mondo.