Scandalo bidelli con false certificazioni. Un centinaio i casi. Scattano i licenziamenti

I controlli potrebbero allargarsi in tutta Italia

CASERTA – Si tratta di una vicenda di cui vi avevamo dato alcune anticipazioni lo scorso mese.

L’amministrazione scolastica veneta sta eseguendo una serie di controlli su circa un centinaio i bidelli, i quali avrebbero presentato delle certificazioni, presumibilmente, fasulle.

So tutti lavoratori provenienti dal Sud Italia, Casertano compreso, che hanno assunto incarichi a tempo determinato nelle scuole venete e le cui posizioni sono al vaglio per accertare la veridicità dei titoli presentati.

A quanto pare, per ora, non si ha alcun riscontro sui titoli presentati e l’amministrazione scolastica veneta potrebbe quindi sporgere una denuncia alla Procura.

Uno dei primi casi ha riguardato un istituto comprensivo del Portogruarese, in provincia di Venezia, dove è stato licenziato un bidello campano che ha assunto servizio presentando false dichiarazioni sui titoli.