Scandalo al comune di Castel Volturno. Rosario Trapanese ascoltato dal giudice

Giro di tangenti e favori sessuali in cambio di permessi edilizi

CASTEL VOLTURNO – Interrogatorio di tre ore quello di Rosario Trapanese, davanti il Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale Sammaritano, la dott. ssa Alessandra Grammatica ed alla presenza dei pubblici ministeri titolare dell’inchiesta, dott. Vincenzo Quaranta e dott. Giacomo Urbano.

Trapanese è rimasto coinvolto nella maxi inchiesta relativa al Comune di Castel Volturno (Ufficio Tecnico ed Ufficio Polizia Locale) indagati per un presunto giro di tangenti per cui si ipotizzano a carico del dirigente dell’UTC e di altri i reato di corruzione ed altro.

Il cap. Trapanese, alla presenza dei suoi legali di fiducia, l’avv. Raffaele Crisileo e l’avv. Gaetano Crisileo, ha risposto a tutte le domande del giudice, dei pubblici ministeri e dei difensori.

Soddisfatto l’avv. Crisileo che al termine dell’interrogatorio ha dichiarato: “Il Comandante Trapanese – riteniamo – ha spiegato ogni particolare della vicenda che lo vede implicato e pensiamo che le sue risposte siamo state esaustive per un completo chiarimento della sua posizione. Attendiamo gli eventi per eventuali mosse strategico – difensive”.