Sant’Antimo e Lusciano: Carabinieri arrestano 2 persone attigue al clan verde

Gli arrestati sono stati tradotti presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere, in attesa di giudizio

Immagine di repertorio a scopo illustrativo

I carabinieri della Sezione Operativa della Compagnia di Giugliano hanno arrestato, nella flagranza del reato per detenzione illegale di arma comune da sparo e munizionamento, Antonio Arena, alias “o’ suricill”, 43enne, e  Fabrizio Petito, 25enne, entrambi considerati attigui al Clan “Verde”, operante in Sant’Antimo e comuni limitrofi.

I due sono stati intercettati  a bordo di un’auto allo svincolo del comune di Lusciano e sono stati controllati.

Perquisiti, sono stati trovati in possesso di una pistola semiautomatica, marca Bernardelli, calibro 22 lr, completa di caricatore contenente 9 proiettili, risultata provento di furto in Lombardia.

Gli arrestati sono stati tradotti presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere, in attesa di giudizio.