SANTA MARIA A VICO. Manomissione quadri elettrici. Scattano le denunce

Immagine di repertorio

SANTA MARIA A VICO – “Nei giorni scorsi gli impianti di pubblica illuminazione comunale sono stati oggetto di manomissione da parte di ignoti.

I quadri generali degli impianti di Piazza San Marco, via Rosciano e via Cimitero sono stati più volte manomessi. La ditta che esegue la manutenzione – si legge nella nota -, invitata ad intervenire per ripristinare la funzionalità degli impianti, ha evidenziato danni da effrazione ai quadri generale nelle località sopra elencate. Per questo, appena informata, ho personalmente sporto denuncia ai Carabinieri. Con gli Uffici Comunali ci siamo posti l’obiettivo di utilizzare, per il controllo del territorio interessato dalle manomissioni, le telecamere mimetiche noleggiate dall’Ufficio Lavori Pubblici – Ambiente – Manutenzioni – Assetto del Territorio – Protezione Civile – si legge nella nota -,. Invitiamo i cittadini che dovessero rilevare persone sospette in prossimità dei quadri degli impianti di Pubblica Illuminazione di informare immediatamente i Carabinieri o la Polizia Municipale.”

A lanciare l’appello è l’assessore alla viabilità e alla manutenzione, Anna Cioffi, la quale si rivolge ai cittadini di Santa Maria a Vico, continuando: “Confidiamo nella collaborazione dei nostri concittadini e con l’occasione ci scusiamo per i disagi che stanno subendo per l’iniziativa di alcuni ignoti”.

Anche il sindaco Andrea Pirozzi dice la sua dichiarando:” Non se ne può più di questi vergognosi episodi. Da tempo, infatti, ignoti si ‘dilettano’ a manomettere i quadri elettrici e a spegnere la pubblica illuminazione. Oltre al danno, la beffa perché oscurare le strade cittadine mette in pericolo la pubblica e privata incolumità. Così, dopo gli ultimi episodi, l’Amministrazione Comunale ha deciso fosse giunto il momento di informare ufficialmente i Carabinieri. E’ tempo di frenare il fenomeno e siamo certi che i Carabinieri individueranno i responsabili. Dunque, quei balordi che si macchiano di azioni tanto inutili quanto stupide, sono avvertiti”.