Sanità Casertana nel degrado e dirigenti senza concorso. Il caso alle Iene

Un servizio dettagliato sulla situazione della sanità Casertana

CASERTA – Continua l’inchiesta di Gaetano Pecoraro sull’Asl di Caserta, dopo il servizio della scorsa settimana sul medico chirurgo allontanato dopo aver denunciato la malasanità all’ospedale nell’Agro Aversano.

Questa volta, l’inviato delle Iene, si occupa di dirigenti in sostituzione permanente, ospedali fantasma, sporcizia e Tac troppo vecchie per rilevare un tumore.

E’ tornato nel Casertano, partendo da Sessa Aurunca: Tac troppo vecchie e inutilizzabili, sale operatorie nuove ma fuori norma e trasformate in deposito. A Santa Maria Capua Vetere, piove nella sala operatoria, a Maddaloni trovano un ospedale fantasma.

Inoltre hanno indagato sulle qualifiche necessarie per i dirigenti e primari, con tantissime, sostituzioni “permanenti” che da 6 mesi diventano di anni. Tutto questo sfacelo sanitario vede l’Asl di Caserta in testa in Italia nella triste classifica delle morti evitabili nella sanità.

Intervistato anche il governatore della Campania e commissario alla Sanità, Vincenzo De Luca, il quale però non ha risposto alle domande dell’inviato.

Ecco il link al servizio andato in onda.