Immagine di repertorio

San Marcellino – I militari del Nucleo Speciale Anticorruzione della Guardia di finanza, su delega della Procura della Repubblica di Roma, nella giornata di ieri hanno tratto in arresto 10 persone.

Si tratta dell’operazione denominata «Do ut des» la quale ha portato alla luce un sistema corruttivo nella pubblica amministrazione.

Tra gli arrestati tre professionisti, quattro imprenditori e tre pubblici ufficiali, per i reati, a vario titolo, di corruzione, bancarotta fraudolenta, riciclaggio e falso.

Sotto la lente degli inquirenti l’appalto per la manutenzione dell’illuminazione pubblica nel comune di San Marcellino affidata alla societa’ TLSLED ESCO s.r.l., riconducibile agli indagati.

Come riportato da Il Mattino, tra le persone coinvolte ci sono il titolare della ditta, il romano Giovan Battista Papello, Daniele Rosato, il suo commercialista, il consigliere comunale di San Marcellino, Michele Conte ed Emilio Di Sarno, l’uomo che avrebbe fatto da intermediario tra Conte e l’imprenditore.