Corruzione a San Felice a Cancello. Le condanne di secondo grado

L’ordinanza fu eseguita il 30 settembre 2016 e coinvolse anche Rita Di Giunta, funzionari del Comune e imprenditori della zona

Sa Felice a Cancello – Emessa oggi pomeriggio la sentenza della Prima Sezione della Corte di Appello di Napoli a proposito della tangentopoli nel comune di San Felice a Cancello.

Si tratta dell’indagine che portò all’arresto dell’ex sindaco di San Felice a Cancello Pasquale De Lucia.

L’ordinanza fu eseguita il 30 settembre 2016 e coinvolse anche Rita Di Giunta, funzionari del Comune e imprenditori della zona.

Confermata la maggior parte delle condanne emesse il 17 maggio 2018 in primo grado dal tribunale di Santa Maria Capua Vetere, appellate poi dal PM o dalle difese degli imputati.

LE CONDANNE IN SECONDO GRADO:

Pasquale De Lucia 7 anni e 11 mesi
Rita Di Giunta Assolta

Carlo Chersoni 2 anni
Francesco Auriemma 4 anni e 6 mesi

Tommaso Fraiese – Sconto di pena

Angelo Frasca assolto

Andrea De Lucia 2 anni e 6 mesi

Vincenzo Papa assolto

Antonio Basilicata Assolto
Massimo Balsamo Assolto

Francesco Scarano Assolto

Giuseppe Perrotta Assolto

Antonio Chersoni 2 anni

Nicola Papa assolto

Antonio Schiavone 6 anni e 2 mesi

Salvatore Schiavone 6 anni e 2 mesi

Anna Maria Russo 1 anno e 10 mesi

Giuseppe De Rosa 1 anno e 10 mesi

Anna Maria Immacolata De Luca Sconto di pena

Giuseppe Bruno assolto

Michele Bergamo 1 anno

Andrea De Simone 1 anno

Vincenzo De Luca assolto

Antonio De Marco assolto

Luigi Dragone assolto

Santo Panariello assolto