Rapinano un’auto armati di spada. Due arresti. Rintracciati grazie al satellitare

I due ladri sono stati intercettati e fermati dalla polizia

CELLOLE / TEVEROLA – Nella mattinata odierna, personale del Commissariato di P. S. di Aversa, diretto dal Dott. Vincenzo Gallozzi, ha dato esecuzione all’ordinanza applicativa della custodia cautelare in carcere  emessa dall’Ufficio G.I.P. presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, nei confronti di due persone.

Si tratta di CHUMAK Anatoliy, cittadino ucraino di 26 anni,  e di  BOBHEHKO Serhii, trentaduenne russo, ritenuti responsabili, in concorso tra loro, di rapina aggravata commessa in Cellole (CE) il 18 ottobre 2018.

Le risultanze investigative su cui si basa la citata misura cautelare sono state acquisite nell’ambito di un’indagine scaturita proprio dal citato episodio criminoso, allorquando, i malviventi, agendo con volto travisato, sottraevano un’ autovettura JAGUAR minacciando il conducente con uno spadino, intimandogli di scendere dall’auto per poi darsi alla fuga.

Tuttavia, dopo qualche minuto, grazie al localizzatore satellitare installato sul veicolo, gli agenti operanti riuscivano ad intercettare e bloccare l’autovettura in Teverola e a trarre in arresto i malviventi che venivano associati alla Casa Circondariale di Santa Maria C. V. dove stamani sono stati raggiunti dal provvedimento cautelare.